Lotta contro il riciclaggio di denaro

Il Principato di Monaco conduce da molto tempo una politica attiva contro la criminalità organizzata, il riciclaggio dei capitali e il finanziamento del terrorismo.
A tale scopo, i testi di legge (Leggi, Ordinanze sovrane e Decreti ministeriali) sono regolarmente rafforzati e hanno pi volte ricevuto una valutazione favorevole da parte dei competenti organi internazionali:

  • G.A.F.I. (Gruppo d'Azione Finanziaria sul riciclaggio dei capitali)
  • MONEYVAL (Consiglio d'Europa)
  • F.M.I. (Fondo Monetario Internazionale)

 

Il Principato ha inoltre proceduto, negli ultimi anni, ad aumentare sensibilmente le risorse umane e materiali assegnate alla sua Financial Intelligence Unit, il SICCFIN (Servizio d'Informazione e Controllo sui Circuiti Finanziari), che ha stretto accordi con 49 altre F.I.U. e fa parte del Gruppo EGMONT, organismo che riunisce le F.I.U. di 151 Paesi.

In una delle principali direttive definite al momento della sua ascesa al trono, S.A.S. il Principe Sovrano ha d'altra parte stabilito che la Piazza monegasca debba essere all'avanguardia nella lotta contro il riciclaggio dei capitali e il finanziamento del terrorismo.
 

Da parte sua, l'Associazione Monegasca delle Attività Finanziarie ha pubblicato nel 2000, con un successivo aggiornamento nel novembre 2004, un documento destinato a tutti gli Associati che raccoglie una serie di raccomandazioni e consigli di comportamento professionale caratterizzato da un rigore comparabile a quello delle pratiche in vigore nella maggior parte delle grandi piazze internazionali. Tale documento precisa gli obblighi e le condizioni a cui devono attenersi gli organismi finanziari monegaschi per quanto concerne l'identificazione e la conoscenza dei clienti nonché il monitoraggio sui movimenti di capitali.

Si deve inoltre all'AMAF l'iniziativa della creazione dell'AMCO (Associazione Monegasca dei Compliance Officer) - Decreto Ministeriale del 10 giugno 2002 - I responsabili della lotta contro il riciclaggio di capitali ed il terrorismo hanno così occasione di incontrarsi regolarmente per scambiarsi le rispettive esperienze e sviluppare insieme le proprie competenze.